L’ARMATA NAPOLETANA DAL VOLTURNO A GAETA (1860-1861) LIBRO

26,00 

L’Armata Napoletana dal Volturno a Gaeta  (1860-1861)”, di Angelo Mangone, che ricostruisce le ultime pagine di storia dell’Esercito delle Due Sicilie, è stato appena ripubblicato in una nuova edizione da Grimaldi & C. Editori, con il contributo della Fondazione Il Giglio.  La presentazione è di Gennaro De Crescenzo.

Euro 26 – Spedizione in 3-5 Giorni con Poste Italiane
In collaborazione con l’Editoriale Il Giglio

Disponibilita: Disponibile

26,00 

Disponibilita: Disponibile

Acquista Ora
Add to cart

Descrizione del prodotto

L’Armata Napoletana dal Volturno a Gaeta  (1860-1861)”, di Angelo Mangone, che ricostruisce le ultime pagine di storia dell’Esercito delle Due Sicilie, è stato appena ripubblicato in una nuova edizione da Grimaldi & C. Editori, con il contributo della Fondazione Il Giglio.  La presentazione è di Gennaro De Crescenzo.

Il saggio di Mangone, arricchito da 16 tavole fuori testo, è una testimonianza fondamentale sul valore di un Esercito, che seppe invece scrivere pagine di gloria, al di là delle responsabilità di alcuni suoi generali e dei tradimenti degli alti ranghi.

Esercito calunniato dalla vulgata risorgimentale che, nel tentativo di giustificare l’invasione piemontese del Regno e di denigrare la Dinastia Borbone, lo ridicolizzò con l’epiteto di “esercito di Franceschiello”, dipingendone un quadro che gli negava le doti militari, il coraggio e l’abnegazione, finanche le doti umane e caritatevoli. La storiografia al soldo del vincitore diffamò quelle truppe che, invece, fremevano per combattere, quando trattenute da generali venduti, ed esortavano alla battaglia. E che, quando poterono combattere, soprattutto al comando del Re e dei generali fedeli, non furono sopraffatte e diedero filo da torcere all’invasore, a dispetto di numeri e potenza di fuoco inferiore. Truppe che resistettero strenuamente nelle fortezze e che, giunti già agli ultimi giorni del Regno, videro accorrere giovanissimi cadetti che, per combattere per la Patria e per il Re, mentirono sulla loro età. Soldati che, infine, conservarono come reliquia il lembo di bandiera, ricevuto perché non cadesse nelle mani del nemico.

A questo Esercito Angelo Mangone rese onore, descrivendo nel suo saggio, con precisione ed abbondanza di particolari, l’afflusso delle truppe al Volturno, lo scontro di Caiazzo, la battaglia del Volturno, gli scontri del Macerone, di Cascano e di Mola, l’assedio di Gaeta, la resistenza di Messina e di Civitella del Tronto.

L’Armata Napoletana dal Volturno a Gaeta (1860-1861) è uno di quei libri che non può mancare nella biblioteca di chi ha riscoperto la verità storica sull’unificazione d’Italia, ed è un saggio da citare contro la leggenda denigratoria sull’Esercito Napoletano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Back to top